Prenota on-line

Solo qui troverai il miglior prezzo

Borgio Verezzi

Arroccato sulla collina dell’Orera, il borgo “saraceno” si presenta come un armonioso insieme di quattro diverse borgate, caratterizzate da costruzioni in pietra rosa incastonate in un panorama di roccia e di mare, e collegate da stretti carruggi, mulattiere e stradine - le crêuze - un tempo destinate ai muli e ai carri.
Le case addossate l’una all’altra in un armonico disordine di volumi e di masse, sembrano una sola abitazione variamente articolata, che sorge dalla roccia come sua naturale prosecuzione.
Di pietra sono i muri delle case, i gradini davanti agli ingressi, i pittoreschi archi di collegamento tra abitazioni prospicienti, gli archivolti e i porticati ricavati a galleria sotto le case, i pluviali dei tetti e le caratteristiche lunette che sorreggono i pergolati, le scale consunte da secoli di transito e la pavimentazione delle mulattiere.

Sicuramente da visitare le Grotte di Borgio Verezzi, offrono un percorso turistico, che si snoda per circa 800 metri
all’interno di grandi sale, tra enormi blocchi staccatisi dalla volta in ere remote.
Famose come le grotte turistiche più colorate d’Italia per la presenza di svariati minerali.
Ricchissime le concrezioni di ogni forma: dalle cannule, esili e quasi trasparenti, ai drappi, sottili come lenzuoli, alle grandi colonne
che sembrano sostenere la volta fino alle stalattiti eccentriche, che sfidano la forza di gravità sviluppandosi in tutte le direzioni.
E dappertutto i colori: bianco, giallo, rosso in mille sfumature diverse.

La visita dura circa un'ora, la temperatura interna è di 16° costanti tutto l'anno.
Si consiglia un abbigliamento adeguato all'ambiente.

Da non perdere il Festival Teatrale di Borgio Verezzi.
Era il 1967 quando nacque quasi per gioco in una placida sera di mezza estate rinfrescata dalla piacevole brezza marina
e dagli aromi della tipica vegetazione ligure.
Alle spalle dello spettatore la vista mozzafiato sulla costa ligure, in alto il cielo stellato ritagliato dai tetti delle antiche costruzioni in pietra.
Un tale scenario naturale d’eccezione ha dunque dato i natali e ha custodito nel tempo una manifestazione unica, in crescita di anno in anno,
di cartellone in cartellone: qui ha transitato il Gotha del palcoscenico italiano, qui sono sbocciati registi e attori diventati poi grandi protagonisti della scena nazionale, qui sono nati spettacoli che hanno lasciato un segno indelebile.

 
Indietro

Offerte Speciali

Scopri le nostre promozioni per il tuo soggiorno